A & G Belting Systems sas
di Aprovitola Enzo e C.

Reininger - STORIA DELLA LETTERATURA TEDESCA - Docsity pandora ebreo

Reininger - STORIA DELLA LETTERATURA TEDESCA, Appunti di Lingua Tedesca. Università Cattolica del Sacro Cuore - Milano

Università Cattolica del Sacro Cuore - MilanoLingua Tedesca,LingueDOCX (72 KB)26 pagine8Numero di download1000+Numero di visite100%su 1 votiNumero di voti1Numero di commentiDescrizioneDA BIEDERMEIER E VORMERZ (1815-1848) ALL'ESPRESSIONISMO TEDESCO20 puntiPunti download necessari per scaricarequesto documentoScarica il documento
Anteprimapandora applicatiespan>3 pagine / 26

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 26 totali

Scarica il documento

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 26 totali

Scarica il documento

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 26 totali

Scarica il documento

Questa è solo un'anteprima

3 pagine mostrate su 26 totali

Scarica il documento

Cerca nell'estratto del documento

REININGER - BIEDERMEIER E VORMERZ (1815-1848)

La Germania fra Restaurazione e rivoluzione

Il congresso di Vienna del 1815 deluse tutti quelli che avevano sperato nell’unità tedesca. L’unico organo federale era la dieta di Francoforte. La Prussia aveva aumentato la sua influenza in Germania occupando Renania e Westfalia. L’Austria aveva perduto tutti i territori tedeschi che aveva su RENO e in Svezia, ricevendo in compenso gran parte dell’Italia Settentrionale.

La preoccupazione principale della classe dirigente fu quella di conservare il potere consolidato al Congresso di Vienna e di opporsi al cambiamento. La povertà affligge la società sia in Germania che in Austria, il capitalismo si sta diffondendo. La religione cristiana inizia a sentire momenti di crisi, ci sono i primi sintomi di nichilismo, si inizia a pensare che i valori assoluti non esistano. Con l’arrivo di Marx la società inizia a modificarsi sia economicamente che socialmente, popolazione e industria sono in continua crescita. La censura colpirà gran parte della società. Figura principale della restaurazione fu il principe KLEMENS CON METTERNICHG che tentò di conservare l’ordine statale e di mantenere l’equilibrio tra le potenze europee. Strinse il patto con Austria, Prussia e Russia ( Santa alleanza). Vennero emanati i decreti di KarlsBad che imponevano i controlli sulle università, rigida censura, corte di inquisizione. In alcuni stati tedeschi più piccoli i sovrani furono costretti a abdicare e concedere costituzioni ( sassonia, Assia). La svizzera era diventata neutrale, vengono concessi suffragio universale, libertà di stampa e uguaglianza davanti alla legge. Per quanto riguarda la dimensione religiosa i cantoni erano sia liberali che cattolici. I cantoni cattolici stringono una lega detta SONDERBUND, ma i cantoni liberali hanno la meglio.

Il periodo che va dal 1815 al 48 venne a lungo considerato un periodo tra Romanticismo e Realismo che venne rinominato come Biedermeier, che richiama il nome di Gotthold biedermeier, creato nel 1855 da Eichrodt e kussumalul. In questi anni si sviluppa anche il Vormerz, i poeti politici della Giovane Germania che non raggiunsero sempre risultati duraturi.

LA POESIA LIRICA 1815-30

La lirica è un prodotto di massa composto per mezzo di elementi e strutture prestabilite. Gli inni spariscono e i motivi religiosi vengono abbandonati. Al loro posto subentra la politica e il patriottismo. La natura è lo spazio sul quale la banalità della vita borghese e la situazione politica opprimente non hanno alcun potere. Nella sua purezza possono perciò rifugiarsi i sentimenti di un’anima che vive in disaccordo con la realtà sociale del tempo. Una caratteristica sarà il virtuosismo formale di Platen e Ruckert con metri e strofe orientali. Prima della fine delle guerre napoleoniche un gruppo di scrittori svevi si riunisce nel POETISCHER ALMANACH ( almanacco poetico). I temi e le forme si inseriscono ancora perfettamente nella tradizione romantica,i protagonisti sono eroi e cavalieri, castelli, cappelle nel bosco. In queste liriche manca ogni aspirazione all’infinito. La ricostruzione del passato avviene nello spirito di una fedele ricostruzione storico- filologica. Il disprezzo per l’esistenza borghese si trasforma in rassegnazione i infine in accettazione serena dei limiti inerenti alla realtà.

Esempio:

LUDWIG UHLAND – rispecchia la tradizione popolare, i messaggi sono schietti come si può vedere nella poesia DER GUTE KAMERAD ( IL buon camerata)scritta per onorare i morti in guerra.

FRIEDRICH RUCKERT; opere di traduzioni, conoscenza delle lingue orientali, lirico piccolo borghese. Si sofferma sul culto dell’interiorità. Es. I Fanciulli morti

WILHELM MULLER: “la bella mugniaia”, “Viaggio d’inverno”. Sono opere con limiti poetici, ci sono figure poetiche popolari, esperienze sentimentali. Il senso di disperazione e il desiderio di morte si attenuano. Es. Lindenbaum ( il tiglio).

Tutti questi scrittori si richiamano alla tradizione retorica preclassica e ricorrono alle molteplici forme della bimillenaria lirica europea, la cui padronanza tecnica sembrava componente essenziale del proprio lavoro poetico.

AUGUST GRAF PLATEN HALLERMUNDE 1796-1835: la sua opera appare contraddittoria, il poeta si lamentava del suo destino. È il discendente di una famiglia nobile decaduta. Inizialmente dovette intraprendere la carriera militare e per questo si rifugiava nel mondo della fantasia e dell’arte e cercava di non concedere alla realtà nessun potere su di lui. Il suo gusto estetico è antiquato. Il viaggio in Italia fu la grande svolta della sua ita. Morì prematuramente proprio in Italia. Come poeta lirico Platen utilizza una grande varietà di metri e strofe, spaziando dalla letteratura antica a quella orientale. L’esperienza soggettiva non deve secondo lui entrare nell’arte. Nei greci egli vede realizzato il suo ideale poetico. L’omosessualità fa si che nelle sue poesie lui utilizzi un linguaggio allusivo evitando espressioni immediate del sentimento. Il bello permette l’accesso a una trascendenza che taglia i ponti con la realtà e lo consacra alla morte come esprime in forma più compiuta la poesia TRISTAN. Arte e vita sono sfere inconciliabili. Per quanto riguarda le poesie politiche sono ispirate al credo liberale del tempo es. Polendlieder ( canzoni dei polacchi) 1831. Di fronte all’armonia dell’eterna bellezza la realtà è frammentaria, umiliante,brutta.

NIKOLAUS LENAU

Viene considerato come il Byron tedesco. Sua caratteristica fondamentale è il WELTSCHMERZ ( dolore del mondo) come l’inconciliabilità tra vita e poesia. La sua poesia fu condizionata anche dalla sua vita per le numerose storie d’amore andate male e la morte tragica nella follia. A partire dal 1831 Lenau vive per metà dell’anno a Stoccarda, dove trova nella scuola sveva una nuova patria spirituale. Lenau fa anche un’avventura negli USA e la conclusione che tra è che l’affarismo ha soffocato ogni vita spirituale. La sua opera letteraria è segnata da continue oscillazioni ideologiche. Il poema Savonarola si riduce per esempio a un apologia in rime del vero cristianesimo in contrapposizione alla sua falsificazione a opera dei papi del Rinascimento. Lenau era stato il più vigoroso poeta politico austriaco: la sua lotta per la liberalizzazione del regime, per la scelta religiosa e sessuale era stata condotta con grande rigore. Es. Die Albigenser ( gli albigesi) assume posizione critiche in cui attacca la chiesa, in cui sostiene che l’idea di libertà un giorno trionferà. La sua opera rispecchia il periodo della Restaurazione con molto pessimismo e l’intima lacerazione dell’anima. Es. Schilflieder ( Canti dei giunchi). Lenau tende a chiudersi nel suo mondo interiore. Solo verso la fine della sua vita ritorna nuovamente alla natura. Es. Waldlieder ( canti del bosco), un mondo magico a contatto con la natura. La natura è vista come una madre che si sostituisce a Dio.

ANNETTE VON DROSTE-HULSHOFF 1797 1848 : origine austriaca e fede cattolica. È una conservatrice. La sua opera è caratterizzata da un inquietudine interiore che faceva dell’angoscia una delle sue fondamentali esperienze esistenziali. Testimonianza di queste lacerazioni sono le sue liriche religiose es. DAS GEISTLICHE JAHR (l’anno liturgico). Una crisi personale dovuta alla sua grande inesperienza nell’amore = viene accusata di aver giocato contemporaneamente con i sentimenti di due uomini. Questa cosa le fa abbandonare il suo progetto poetico. L’ipocrisia del tempo la portano anche a pensare di abbandonare l’idea del matrimonio. La Droste durante tutta la sua vita soffrirà di malattie nervose e depressione che la porteranno a una morte prematura. Nonostante le fosse cattoliche a un certo punto non trova più tranquillità neanche in essa, però si attacca alla religione perché lo vede come l’unico appiglio possibile in un epoca segnata dalla perdita di valori. Riprende la sua attività letteraria a metà degli anni 20. Inizia il suo poema epico “des Arztes Vermachtinis” ( i testamenti del medico) che tratta di un giovane medico che si vede improvvisamente messo a confronto con una situazione troppo terrificante per essere dominata razionalmente. Lui diventa il testimone di un crimine di una banda di briganti che lo costringe al silenzio, e per questo motivo non riesce più a tornare alla sua vita di prima. La realtà è piena di minacce. Il destino degli eroi della Droste si compie infatti sotto la spinta delle loro passioni: crimini, vendetta , punzioni. Più riuscite sono le BALLATE che si rifanno a tradizioni e credenze popolari della Westfalia, c’è un incontro con il mondo degli spiriti e degli spettri. Si entra in questa nuova dimensione della realtà da cui non si riesce più ad uscire. Le sue poesie migliori sono raccolte in HEIDEBILDER ( visioni della LANDA) 1841-2 sul lago di Costanza dove era ospite dalla sorella. C’è una fusione con la natura. La Droste guarda realisticamente la natura, ed è l’unica del suo tempo. Es. GRAS ( sull’erba) si realizza l’unione panica di vita e morte all’interno di una natura onnicomprensiva che non è certamente cristiana quanto piuttosto pagana.

Nelle sue opere si riscontrano tensioni interiori, conflitti psichici es. Spiegelbild ( l’immagine nello specchio). DIE JUDENBUCHE ( il faggio degli ebrei, 1841) l’unica prosa compiuta dalla scrittrice, ci sono elementi di analisi sociologica. Nel 1873 un garzone uccise un ebreo. Per sottrarsi al suo arresto fugge all’estero e finisce schiavo in Algeria, liberato dopo più di vent’anni dalla schiavitù torna nel paese d’origine dove l’anno dopo si suicida. È ambientata in Westfalia, l’atmosfera è opprimente. La società è in crisi, è smarrito il senso del diritto. I contadini si sono messi a rubare il legno. Il protagonista cresce in maniera sfavorevole, il padre muore alcolizzato. Friedrich Mergel è il nome del protagonista per essere accettato dalla società diventa complice dei ladri del legno. 4 anni dopo c’è una catasfrofe ovvero viene umiliato dall’ebreo ARON che chiede la restituzione del prestito, Friedrich scappa. Tre giorni dopo vicino a un faggio si trova il cadavere dell’ebreo assassinato. Il caso viene archiviato. Gli ebrei hanno comprato il faggio in memoria dell’ebreo con un incisione”se a questo luogo ti avvicinerai, quel che mi hai dato tu stesso avrai”. 28 anni dopo compare nel paese un uomo lacero, tenuto in schiavitù che vuole finire i suoi giorni in pace. Scompare e lo si trova impiccato al faggio. Il racconto non vuole affatto chiarire fino in fondo la verità di quanto è accaduto.

EDUARD MORIKE 1804-75

La professione di parroco era l’unica strada accessibile a causa delle sue modeste condizioni sociali. Tradusse la Genugsamkeit ( sobrietà). Chiese il pensionamento a 42 anni. Soffri di ipocondria. Dirige SEHNSUCHT ( nostalgia) non verso l’infinito ma verso la vita. BESUCH IN URACH ( visita a Urach) in cui si vede esposto al pericolo di rimanere escluso dalla comunione con la natura che diventa indifferente e muta. L’anima rimane sospesa fra l’impulso della fuga e il desiderio di immergersi per sempre. In MEIN FUSS ( il mio fiume); DIE SCHONE BUCHE ( il bel faggio) elementi misteriosi e demoniaci. Un viandante si era perso nel bosco e trova un faggio e si trasforma in angoscia. Anche l’amore è demoniaco: in esso si realizza si la pienezza della vita, ma contemporaneamente affiora l’ineluttabilità della morte. L’infedeltà è il demonismo. Il ricordo dell’amore è nostalgia è minaccia mortale che distrugge l’anima. CICLO PEREGRINA: 1824. La passione per una ragazza vagabonda e infedele viene vissuta come atto demoniaco che sospende l’armonia tra natura e convenzione sociale. Il legame con il romanticismo si manifesta in Gesang zu zweien in der Nacht ( canto alterno nella notte) c’è un unione psichica della coppia che si fonde con la natura. Il linguaggio attinge a una concretezza che ricrea un nuovo splendore.

Altre opere:

Zerrissenheit ( lacerazione)

Verborgenheit (vita nascosta) : la solitudine è l’unica cosa che gli si addice

Gebet ( preghiera) seguire la via di mezzo fra la gioia e il dolore

Dagli anni 30 il linguaggio tende alla brevità epigrammatica, elementi giocosi, anacreontismo, chiarezza es. AUF EINE LAMPA (Ad una lampada) 1846 ricerca di un evocazione armoniosa nelle cose. L’esperienza della bellezza di un oggetto non appariscente è per di più quasi dimenticato può essere vista come l’idea centrale della poetica di Morike. Il poeta rinuncia a rivendicare il primato dei valori estetici. La classicità di Morike consiste più vicino con il più lontano come nella sua poesia AUF EINER WANDERUNG ( DURANTE UNA PASSEGGIATA).

Romanzo : MALER NOLTEN ( il pittore Nolten) 1832; il protagonista è un pittore, Peregrina esercita un potere negativo su Nolten e i suoi legami con Agnes, figlia del suo padre adottivo. Il Maler Nolten è una novella del destino che intreccia un tragico e mortale legame tra le due donne e Nolten, dopo che Larkens si è suicidato. Ci sono molti elementi che allontanano l’opera dal romanticismo. Morike si riferisce alla situazione politica del suo tempo. Il poeta non è più vate, ma vittima di forze demoniache. In MOZART AUF DER REISE NACH PRAG ( mozart in viaggio verso praga 1855) Morike si immagina la vita del compositore che soggiorna in un castello durante il suo viaggio a Praga, dove sarà rappresentato il Don Giovanni. Mozart da un lato è integrato nella società, ma dall’altro c’è una forza demoniaca che consuma e distrugge la vita in una continua profusione delle sue energie. Mozart consuma se stesso poiché conosce solo la logica dell’arte. Morike si mantiene fedele al credo romantico dell’artista posseduto dalla sua arte.

IL TEATRO VIENNESE NEL PERIODO DELLA RESTAURAZIONE

L’austria cattolica non aveva dato nel 700 contributi di importanza alla letteratura di lingua tedesca. La cultura letteraria era avvenuta grazie a quella protestante. Il regno di Maria teresa (1740-80) di Giuseppe 2 (1780-909 e Leopoldo 2 (90-92) non favorì la nascita di una letteratura che poteva competere con quanto stava accadendo in Germania. Con Giuseppe 2 ci furono delle riforme che si ispirano all’idea di un assolutismo illuminato. In Austria l’empfindsamkeit e lo SuD non sono esistite. Giuseppe 2 aveva liberalizzato l’editoria e il commercio dei libri guadagnandosi in questo modo la simpatia della borghesia. MA Francesco 1 (1792-1835)introduce nuovamente una sorveglianza asfissiante. La censura si indurì. Tutti i passi che interpretabili come attacco all’autorità veniva represso. Nel 1798 viene vietato lo studio degli scritti filosofici di Kant all’uni. Una letteratura austriaca si avrà dalla seconda metà del 700. Questa letteratura indica un fenomeno culturale reale che nella sua specificità è riconducibile alle condizioni storiche particolari del paese. Lo stato che si è completamente identificato con la controriforma favorisce tutte le manifestazioni austriache che contribuiscono al maggior splendore della chiesa e della casa asburgica che ne ha assunto la protezione. Il barocco è la forza sia nel teatro, che nella musica che nell’architettura. L’ideale è quello del Gesamtkunstwerk (opera d’arte totale). Verso la metà del 700 Vienna è il centro del teatro dei gesuiti, che celebra gli Asburgo come difensori della fede. Si sviluppano l’opera e la commedia popolare. Il teatro doveva divertire e coinvolgere. Il personaggio più famoso era KASPERL un parente di Arlecchino. Nomi importanti del teatro:

• Gluck : Diresse l’opera di corte, riforma del melodramma ( l’Orfeo)

• Haydn : musica sinfonica e cameristica moderna. Ricordi della musica galante si uniscono a elementi della tradizione popolari.

• Mozart: carattere demoniaco della musica ( Don Giovanni), serenità e purezza delle linee compositive, trasfigurare i grandi sentimenti umani. Collaborazione con Lorenzo da Ponte per le due commedie musicali: le nozze di Figaro e il Don Giovanni. Introduce la lingua tedesca nel Singspiel, una forma mista di testo parlato e di arie cantate. Scrive Die Entfuhrung aus dem SERAIL ( Il ratto dal Serraglio) e Zauberflote ( il flauto magico).

• Beethoven : Percezione violenta della propria individualità che pretende però di parlare in nome dell’umanità intera in quanto mosso da un profondo senso del dovere morale. Si arricchisce una forma- sonata, lui attraverso le sue composizione vuole affermare libertà. Il suo Pathos etico è vicino allo SuD. Fidelio è un manifesto contro la tirannia politica.

• Schubert : segna il passaggio verso il romanticismo musicale. Ebbe successo dopo la morte prematura.

Contributo austriaco nella letteratura del Vormerz.

• Grun ( Graf von Auersperg)

• FRANZ GRILLPARZER: 1791-1872 è IL più classico degli scrittori austriaci. Grillparzer trova da per tutto modelli da imitare. Imprime ai suoi materiali un tocco del tutto personale che lo salva dalla condanna di essere solo un epigono. Figlio un giurista viennese, Grillparzer fu legato alla cultura della metropoli austriaca. Abbandona gli studi universitari a causa della situazione economica dopo la morte del padre. Grillparzer entrò nel servizio statale e diresse il ministero delle finanze. Appartiene a una generazione staccata dal mondo classico, anche se nelle sue opere l’esteriorità sembra ancora averne il fascino. Alcune volte le opere di Grillparzer vennero censurate. Ferdinando dovette abdicare in favore del nipote Francesco Giuseppe che avrebbe retto la monarchia danubiano per ben 69 anni. Dopo la sconfitta degli italiani, Grillparzer dedica a Radetzky una poesia celebrativa che illumina i motivi della sua incondizionata fedeltà alla casa asburgica. Il nazionalismo avrebbe distrutto l’Austria e per questo decide di non partecipare alla rivoluzione del 1848. Der arme Spielmann ( il povero suonatore) è un uomo incapace di far fronte alle esigenze del mondo. Finisce con il passare degli anni in un estrema miseria e si guadagna da vivere suonando il violino alle feste popolari. L’uomo deve accettare i propri limiti. Per il teatro tedesco auspicava invece a una via di

mezzo tra Calderon e Lope de Vega. C’è l’influsso barocco. Gli eroi di Grillparzer sono spinti da un tragico impulso di illusoria affermazione del proprio io. Della loro smisurata volontà di potenza o si perdono in passioni sfrenate o egocentriche.

• - Der Traum ein Leben (il sogno è una vita) personaggi agiscono in difesa dell’ordine.

• Die Ahnfrau ( l’avola) dramma del destino

• Sappho : tragedia. È una poetessa che si innamora di un giovane che a sua volta è innamorato di un'altra ( Melitta, che tenta di bandire), ma i due fuggono insieme quindi Sappho si uccide.

• Trilogia Das Goldene Vlies ( il vello d’oro 1821) che trae il suo argomento dal racconto mitico delle avventure degli Argonauti, è una figura tipica del mondo drammatico di Grillparzer. Giasone è l’eroe avventuroso, ma di debole temperamento morale, che è vittima della propria fragilità interiore e dell’aridità del suo cuore. Giasone mostra tutti i suoi limiti psicologici. Gli argonauti sono andati sotto la sua guida nella Colchide per conquistare il vello d’oro. Vi riescono con la violenza e l’inganno , ma soprattutto con l’aiuto di Medea. Medea tenta di inserirsi nel mondo greco. Medea non viene accettata e viene bandita, uccide Creusa bruciandola e i suoi figli. Giasone e Medea hanno un destino tragico.

• Konig Ottokars Gluck und Ende ( fortuna e rovina di re Ottokars di Boemia) il re è un eroe egocentrico e ambizioso, si ispira alla figura di Napoleone. Ottokar soccombere perché la fortuna lo ha reso troppo orgoglioso e sprezzante nei confronti di ogni ordine sovrapersonale. È il successo che porta alla rovina perché lo ha accecato nei confronti della realtà.

• Commedia: Weh dem, der lugt” ( Guai a chi mente)

• Libussa narra il mito della fondazione di Praga che nelle mani di Grillparzer si trasforma nell’utopia di una comunità primordiale basata sull’amore universale e l’armonia cosmica fra tutti gli esseri della creazioe. Libussa riconosce nella grazia e nel beneficio le idee che dovrebbero determinare la convivenza degli uomini. Diritto è soltanto l’adorno nome di ogni ingiustizia che la terra contiene. La sua visione della città è pienamente pessimista.

• Dramma storica Ein Bruderzwist in Habsburg ( discordia di fratelli in casa d’Asburgo), racconta lo scoppio della guerra dei 30 anni. L’imperatore Rodolfo 2 vive isolato dal mondo nel castello di Praga, vede nell’inazione il solo rimedio per evitare la guerra religiosa fra cattolici e protestanti. I suoi fratelli, animati dallo spirito della controriforma, riusciranno alla fine a impossessarsi del potere, l’inasprimento dei contrasti religiosi porterò dopo poco alla guerra.

RAIMUND

Creature dall’individualità spiccata e autentica. Personificazione del comico è la figura dello HANSWURST , introdotto ed elaborato da Stranitzky. Nella seconda metà del 700 venne sostituito dal Kasperl. L’influsso dell’illuminismo si fa sentire nello Zauberflote ( il flauto magico) con Raimund i personaggi divengono persone con un carattere psicologicamente definito. Ci sono tendenze moralistiche, il realismo è vivo e toccante. A volte ci sono spiriti che ogni tanto scendono sulla terra per intromettersi nelle vicende umane. Raimund tratta questo mondo con una commossa serietà.

• Der Bauer als Millioner ( il villano diventato millionario)

NESTROY

1801-62 L’Ultimo grande rappresentante della commedia popolare viennese ha iniziato con commedie magiche. Si distacca dal mondo del 700. Utilizza frasi fatte, la lingua serve soltanto a ostacolare il pensiero. L’elemento caratterizzante della sua arte è il gioco linguistico. Nestroy fa del linguaggio il vero tema delle sue commedie e incita i suoi spettatori a diventare consci del modo in cui esso condiziona la mediazione della realtà.

• Freiheit in Krehwinkel ( libertà a Krehwinkel), tratta la rivoluzione del 400 in un paesino austriaco. Nestroy rifiuta una presa di posizione ideologica. Egli vuole smascherare il gergo politico rivelando la deformazione della realtà da esso operata. L’originalità dell’opera di Nestroy è tutta nl linguaggio. La trama ha motivi comici, la tecnica scenica appartiene alla commedia popolare viennese.

• Il genio di Lumpazivagabundus . opera di NEstroy vicina al realismo, dipinge la vita così com’è.

• Der talisman ( il talismano)

• Der Zerrissene ( il dilaniato): si vede il Weltschmerz. Lips ha un atteggiamento alla moda, viene infatti definito capitalista ed egli stesso riconosce nella propria ricchezza l’origine della sua noia, cioè della perdita di contatto con la realtà. L’assurda decisone di offrie la sua amano alla prima donna capitatagli sotto gli occhi mette per in moto una turbolenta macchina di fraintendimenti ed equivoci . il contatto con la gente semplice e l’amore per una povera ragazza lo rendono se stesso. Si mettono in mostra i difetti della società attuale attraverso la parodia linguistica e la disillusione dgi schemi interpretativi del reale.

LA NARRATIVA DEL BIEDERMEIER pg 253

Negli anni trenta inizia a svilupparsi una scrittura che più tardi sarà definita come realistica. L’arte viene intesa come insieme di procedimenti tecnici che mirano al raggiungimento di determinati effetti. Ci sarà un pluralismo di stili e di livelli espressivi.

Immermann: riporta elementi classico-romantici che stanno accanto a elementi che preannunciano la letteratura realistica. Ha scritto due grandi romanzi: Die Epigonen e Munchhausen. Die Epigonen ( gli epigoni) tenta di offrire un immagine critica dell’intera epoca. Gli uomini vivono in uno stato di straniamento, si comportano secondo le convenzioni dei tempi passati. Insicuri del futuro cercano rifugio nel passato. L’autore guarda alla rivoluzione industriale con grande diffidenza, poiché essa porta anche conseguenze negative come la distruzione del paesaggio, l’alienazione.

Munchhausen 1838 polemizza contro il soggettivismo romantico che pecca nei confronti della realtà di presunzione intellettuale.

Oberhof: si svolge secondo le antiche regole del costume.

GOTTHELF

Nel suo mondo poetico ci sono dei tratti mitici in polemica reazionaria contro una letteratura della civilizzazione. Gotthelf era un parroco al cantone di Berna, con una grande fede nei valori cristiani. La sua scrittura è per il popolo e ha scopi psicologici. Tratta argomenti come il rifiuto del capitalismo, la polemica contro la miseria sociale della vecchia società contadina. Gotthelf combatte ciecamente tutto ciò che gli sembra appartenere al nuovo Zeitgeist. Scrive il suo primo libro a 40 anni “lo specchio dei contadini ovvero biografia di Jeremias Gotthelf scritta da lui stesso”, successivamente “dolori e gioie di un maestro” in cui risulta essere un precursore del realismo, descrive la vita dei contadini con esattezza. Inoltre aveva il progetto di fondare una scuola per bambini poveri. In questo periodo scrisse anche Ulrico il servo. Nelle tarde opere di Gotthelf emergono sempre di più tendenze polemiche e pedagogiche. Zeitgeist und Bernergeist è una caricatura semplificata del liberalismo radicale. Egli desidera il ritorno a un mondo semplice e alla fede cristiana.

Adalbert STIFTER 1805-68,

austriaco, autore del Vormerz. Rischia di essere letto come il rappresentante di un conservatorismo cieco e angosciato senza prospettive storiche. L’analisi più attenta ci fa capire che il suo mondo poetico è più complesso di quanto l’autore stesso pensasse. È nato in Boemia, il paesaggio natale sarà caratteristico di molte delle sue opere. Dopo la morte prematura del padre la famiglia si trova in condizioni economiche complicate. Egli oscilla molto tra pittura e poesia. Una serie di fallimenti gli danno un impulso

autodistruttivo. I primi racconti nascono a partire dal 1834 ma saranno pubblicati solo verso il 40. Alla fine degli anni 30 notiamo in lui una maggiore libertà espressiva per i temi, le vedute quasi casuali di scenari e sobborghi viennesi. Per questo possiamo dire che sia un predecessore dell’impressionismo tedesco. Il suo primo racconto è CONDOR. Diventato famoso fu chiamato dal principe Metternich a corte per insegnare ai suoi figli. Quando la rivoluzione mostrò il suo lato più violento, Stifter se ne ritirò inorridito. Per lui la rivoluzione è un infrazione dell’ordine etico umano, teme l’anarchia. Si trasferisce a Linz dove lavora come ispettore a scuola, era convinto che una buona educazione popolare potesse costituire la base per una convivenza più civile. Fra il 1844-50 pubblica STUDIEN (studi), 13 racconti, in cui rifiuta la soggettività in quanto pretesa dell’uomo di realizzare la sua idea di felicità in contrasto con le norme sociali o con una presunta legge naturale. L’autore simpatizza con le vittime di un destino crudele. Colui che non riesce ad uscire da questa soggettività romantica distrugge se stesso e tutto quello che gli sta intorno. L’uomo deve accettare l’ordine del mondo sociale e realizzare se stesso rispettando le funzioni sociali assegnategli dalla propria posizione, perché solo cosi egli riesce a trattenere le forze distruttrici in se stesso. Nella novella DAS ALTE SIEGEL (il sigillo antico) si capisce come la dolorosa solitudine della vecchiaia fa capire al personaggio che la realtà della vita non è riducibile a un principio astratto che isola l’uomo nella propria interiorità. DIE MAPPE MEINES URGROSSVATERS ( dalla mappa del mio trisavolo) è incompiuta causa morte dell’autore. I personaggi sono condizionati da origine, storia e società. Nella seconda redazione degli STUDIEN 1847 l’autore ha eliminato in buona parte gli elementi pessimistici della prima stesura. La finzione narrativa vuole che la storia raccontata è desunta da un manoscritto che il narratore ha trovato nel lascito del bisnonno. Raccontando dall’inizio la storia del ritrovamento il narratore ha l’occasione di inserire questo testo scoperto casualmente in una prospettiva storica dominata dalla nostalgia per il tempo perduto e dal lavoro della mitizzazione intorno alla figura del protagonista, il medico AUGUSTUS. Egli è in un momento di grande crisi a causa di un amore infelice, vuole suicidarsi ma viene fermato dal padre della ragazza amata che lo aiuterà a guarire. Il protagonista ha rinunciato all’idea della felicità, è rassegnato, le convenzioni che regolano il suo comportamento gli permetteranno alla fine di trionfare riconquistando la ragazza amata. Nell’ultima incompiuta redazione del racconto la storia del medico risulta ulteriormente purificata. La vita del protagonista si sviluppa con maggiore linearità. L’accento è posto sull’attività benefica del medico che subisce una grave sconfitta quando l’epidemia farà morire i suoi famigliari. Supera lo sconforto iniziale attraverso il servizio per la comunità contadina e inizia una storia d’amore. Ma un momento di gelosia della donna distrugge il rapporto. Respinto dalla donna il medico si dedica completamente alla sua missione.

Nella seconda raccolta di novelle BUNTE STEINE ( pietre variopinte) 1853 l’autore esalta tutti quei valori che permettevano il realizzarsi di una vita umana all’interno di una quotidianità banale ma nonostante ciò colma di senso. La sua celebre prefazione era anche una risposta agli attacchi di Hebbel che gli rimproverò di rifugiarsi in un piccolo mondo, fra piante e pietre, perché non conosceva gli uomini e gli mancava la visione della totalità storica. Stifter dice che la vera grandezza è: il crescere del grano, l’alitare dell’aria, l’ondeggiare del mare, lo splendore del cielo, invece la tempesta, il vulcano sono piccoli, poiché sono soltanto manifestazioni di leggi ben più alte, il fulmine è soltanto una piccola manifestazione dell’elettricità. Stifter tende ad esaltare la giustizia, la semplicità, la ragionevolezza. Esaltava il piccolo in quanto esso è parte di una totalità. L’arte deve educare l’uomo e l’umanità. Le novelle di BUNTE STEINE hanno una tematica comune: di fronte all’irrompere di un elemento distruttivo che proviene dall’esterno ( natura ostile, epidemie, inondazioni) o emerge l’anima (passioni), l’uomo ha in se delle forze che gli permettono di reagire. Es. parroco della novella KAKSTEIN è una figura rappresentativa, nella novella BERGKRISTALL c’è una comunità che offre accoglienza. L’interiorità dei personaggi si esprime attraverso i loro gesti. Solo molto tardi si rivolge al genere epico nel 1857 esce il primo romanzo DER NACHSOMMER ( tarda estate) che fa riferimento alla tradizione letteraria e a quella storica e culturale dell’impero asburgico dell 800. In questo romanzo viene suggerita una possibile salvezza dei tradizionali valori etici e sociali, minacciati dalla borghesia. L’azione del romanzo si sviluppa invece nella piena armonia delle forze in gioco, come se non esistessero antagonismi sociali. C’è un ritorno alla società agraria e alla natura. La bellezza del paesaggio è legata alla sua lontananza. Viene mostrata solo la superficie ripulita del mondo e non la vita crudele e violenta. Mostra l’armonia in cui tutti gli uomini dovrebbero tornare dopo aver commesso il peccato della rivoluzione. Nel mondo pacifico del Nachsommer il bene che ogni uomo porta in se è garanzia sufficiente per fargli trovare il giusto. STIFTER non da alcuna rappresentazione del mondo interiore in quanto non vede

nessun contrasto essenziale fra io e mondo. Il protagonista del romanzo HEINRICH DRENDORF, figlio di un commerciante lascia gli affari per ritirarsi in campagna. Egli ha molti talenti ma nessuna passione. L’incontro con RISACH , un uomo che ha abbandonato la carriera burocratica per dedicarsi alla sua passione. Con la scoperta del bello nell’arte la formazione di Heinrich si completa. Un viaggio- vacanze a Trieste gli permette di scrivere due tragedie, segnate dalla morte delle figlie. Lui si ammala di nevrosi e al fegato. Scrive WITIKO 1865-67 le figure sono quasi prive di un carattere individuale, il linguaggio è arcaico. La descrizione si ferma alla superficie degli oggetti e rinuncia alla dimensione psicologica. Nella figura di WITIKO, figlio di padre ceco e madre tedesca , STifter ha rappresentato l’ideale comportamento morale del singolo nei confronti della sfera politico- statale. Viene eletto un principe che Witiko rifiuta di seguire. L’erede al trono boemo si rivela indegno del ruolo, mentre il duca eletto non cede alle richieste della nobilta e regna con giustizia. Avvien una rivolta contro di lui e Witiko si schiera dalla sua parte.

NACHKOMMENSCHFTEN discendenze, il bacio di sentze, la pia sentenza, riporta tematiche note già negli STUDIEN.

Nel 1867 Stifter si ferì con il rasoio al collo e due giorni dopo morì.

LA GIOVANE GERMANIA

la situazione politica tedesca entra in crisi intorno al 1830. La rivoluzione di luglio a Parigi, l ‘insurrezione dei belgi contro gli olandesi, dei polacchi contro i russi, l’irrequietezza della borghesia liberale esercitò sui governi una pressione tale da far ottenere la costituzione. La letteratura di questo periodo si sta politicizzando. Nel 1835 la dieta federale mise al bando un gruppo di scrittori definiti come “Giovane Germania” formata da Borne, Laube, Wienbarg, Gutzkow, Mundt e HEINE. Questi autori vennero accusati di attaccare sfacciatamente la religione cristiana, di denigrare l’ordine sociale, di distruggere la morale e di disturbare la quiete del popolo tedesco. Essi vennero perseguitati a lungo. Non esisteva una censura valevole per tutta la Germania e a ogni stato tedesco stava a cuore esercitare questo diritto autonomamente. Poteva quindi succedere che un libro venisse letto in Sassonia e non in Prussia. Le relazioni personali fra i membri di questo gruppo letterario erano spesso burrascose. I temi in comune erano gli attacchi alle autorità e la lotta per la libertà di stampa. Inoltre si rifiutano i legami con il proprio tempo, la limitazione alla sfera privata e si rinuncia consapevolmente alla separazione fra vita e arte. La letteratura ha il compito di trattare i grandi problemi della vita contemporanea.

HEINRICH HEINE 1797-1856

IL più popolare di quest’epoca. Egli ha ancora forti legami con la tradizione romantica sebbene si sia trasformato in seguito in uno dei critici più decisi delle implicazioni ideologiche di questo movimento. Contro di lui venne fatta una campagna diffamatoria dal 1848 fino a Nazismo. Heine era ebreo. La critica Marxista sostiene che Heine ha oscillato per tutta la vita tra liberalismo borghese e democrazia proletaria. Nel 1818 passa all’Uni di Bonn dove assorbe l’eredità romantica e scrive DES KNABEN WUNDERHORN ( poesie). Si trasferisce a Berlino dove frequenta saloni letterari e segue lezioni di Hegel, avvicinandosi alle idee di sinistra. La sua fama era dovuta alle poesie giovanili BUCH DER LIEDER ( il libro dei canti 1827). La poesia LORELAY venne fatta circolare in modo anonimo. Le poesie soprattutto di LYRISCHES INTERMEZZO ( intermezzo lirico) e di Heimkehr ( il ritorno) si riducono a un raffinato gioco ironico con temi preconfezionati., c’è l’incapacità di vivere pienamente i propri sentimenti a causa di una sostanziale alienazione da se stesso e dalla realtà sociale. La poesia popolare subisce un processo di corruzione poiché viene esposta a un lavoro di rarefazione e purificazione linguistica che riduce i suoi significati a un gioco di parole. Caratteristiche sono la scorrevolezza, la semplicità ma MANCA la sicurezza del linguaggio. L’apparente spontaneità della lirica di Heine che imitava alla perfezione il tono popolare è invece il segno della reificazione che ha inficiato il suo materiale linguistico. I suoi scritti indicano un esperienza esistenziale che tocca sfere estreme, come la disperazione, il sacrificio di se stesso per l’amore deluso. Nel ciclo NORDSEE ( il mare del Nord) Heine ha tentato di liberarsi decisamente dal suo passato romantico attraverso innovazioni espressive avanzate. La sensualità è senza veli, deve scioccare il pubblico. Tra il 1824 e il 31 Heine scrisse anche i suoi REISEBILDER ( quadri di viaggio). Nel 1830 Heine si trasferisce a Parigi e scrive “ GESICHTE DER RELIGION UND PHILOSOPHIE IN DEUTSCHLAND ( intorno alla storia della religione e della filosofia in Germania, 1834). Nel quale da un interpretazione originale della storia spirituale

tedesca degli ultimi trecento anni, Lutero è la figura che apre un nuovo periodo nella vita religiosa, e dell’indipendenza. Dall’altro questo stesso Lutero è alleato dei principi e della nobiltà nella loro lotta contro i movimenti rivoluzionari dei contadini. Ed è proprio nella guerra dei contadini che la Germania si modernizzerà, avrà una svolta. Due anni più tardi è la volta della ROMANTISCHE SCHULE ( la scuola romantica 1836) in cui si valuta il significato ideologico del movimento romantico, condanna i canoni estetici dell’arte pura. La satira di Heine si fa più pungente in ATTA TROLL 1843 e in un nuovo volume di REISEBILDER scritto in versi. Un viaggio nei Pirenei di HEINE ispira la storia, l’orso ATTA TROLL è l’immagine satirica del borghese liberale. Sfuggito al suo domatore egli è tornato alla sua caverna montana e giustifica davanti ai suoi figli questo atto rivoluzionario con parole che rieccheggiano il pahtos enfatico dei poeti della libertà. La satira è rivolta ai TENDENZDICHTER ovvero ai poeti politici. Alla fine atta troll sarà ucciso dal contrabbandiere Laskaro, il rivoluzionario comunista che liquida la falsa letteratura dell’impegno. Heine odiava il dominio della vecchia casta nobiliare tedesca ma allo stesso tempo temeva la sovranità popolare, che avrebbe potuto distruggere la cultura. Per questi motivi non si inserì mai in partiti politici. Successivamente scrisse un poema satirico DEUTSCHLAND, EIN WINTERMAERCHEN ( Germania, fiaba invernale 1844) rivolto contro la situazione politico- sociale dell’impero, in particolare della Prussia. Il suo Leitmotiv è l’immagine del paese che dorme sotto una coltre di neve e sogna un Medioevo falsamente idilliaco per dimenticare, secondo il desiderio dei suoi governi reazionari, un presente molto meno roseo. Heine ritorna in Germania nonostante le condizioni politiche opprimenti. Con il 1846 inizia un periodo di forte sofferenza fisica e trascorrerà10 lunghi anni alla sua MATRATZENGRUFT ( tomba del suo letto). L’ultimo frutto poetico fu ROMANZERO 1852 in cui è presente un forte pessimismo. Un secondo filone riguarda poesie di carattere epico HISTORIEN ( Racconti) e HEBRAISCHE MELODIEN (melodie ebraiche). Nel bando emesso dal Bundestag nel 1835 si accusano gli autori della GIOVANE Germania anche di ateismo e immoralismo. Questa critica si rivolge soprattutto contro due romanzi: Madonna di MUNDT e WALLY DIE ZWEIFLERIN ( wally la dubitatrice) di Gutzkow. Laube riconosce il saintsimonismo come inizio del socialismo, scrive la trilogia “la giovane Europa”. Borne aveva pubblicato “Ritratto delle cose di parigi”.

LA DRAMMATURGIA CRITICA

Di fondamentale importanza per la drammaturgia critica è la figura di GRABBE 1801-36.

Accanto alle forzatura stilistiche e ideologiche del dramma di Grabbe, l’opera esigua di GEORG BUCHNER 1813-37 rivela fin dall’inizio una sicurezza artistica ben superiore. Oggi è considerato il massimo interprete della gioventù rivoluzionaria tedesca e forse il più moderno degli scrittori tedeschi dell’800. Nel 1850 pubblica DANTONS TOD che anticipa naturalismo e espressionismo. Buchner compie studi in medicina e diventa il capo di un organizzazione segreta rivoluzionaria dell’Assia e in preparazione alla rivoluzione pubblica il volantino DER HESSISCHE LANDBOTE (il messaggero assiano 1834). Ma questo scritto si rivelò subito fallimentare, poiché i contadini portano i volantini alla polizia. Buchner riesce a fuggire a Strasburgo, prima di stabilirsi a zurigo dove è chiamato come docente di Biologia. La sua visione politica è molto realistica. Egli sostiene che non si supererà mai la scissione tra la società colta e quella incolta. La nobiltà non vorrà concedere nulla alla classe più povera che rimane nella miseria materiale e nel fanatismo religioso. Il semplice appello a puri ideali nn sarà mai in grado di avviare un movimento rivoluzionario. Nel 1835 Buchner scrive il suo dramma storico DANTONS TOD ( la morte di Danton) nel quale si riflettono anche le sue esperienze rivoluzionarie. Danton ha rinunciato a ogni azione perché non capisce più il senso della rivoluzione, sa che ci sarà un fallimento e desidera soltanto morire. E si rinchiude nella solitudine abbandonando tutti i suoi amici. “ il singolo è soltanto schiuma sull’onda, la grandezza un semplice caso, il dominio del genio un teatro di marionette, una ridicola lotta contro una legge terrea: riconoscerla è il compito supremo, dominarla è impossibile”. Danton non è un rivoluzionario fallito , ma è un rivoluzionario cosciente dell’impossibilità della rivoluzione. Il Danton si isola, abbandona tutto, questo personaggio vede la rivoluzione con gli stessi occhi del suo autore,l la rivoluzione fallisce per l’incapacità dei politici di risolvere il problema sociale della povertà. Il Leitmotiv della noia, ricompare anche il LEONCE UND LENA, anche leonce soffre della romantica coscienza infelice. I personaggi vivono una vita fittizia. Siamo lontani da ogni realismo, in netto contrasto con le altre opere. La più rivoluzionaria delle opere è WOYZECK: che tratta di un problema critico di grande complessità, anche perché non esiste una redazione definitiva ( perché BUCHNER muore). Per la prima volta in letteratura tedesca viene trattato il mondo degli umiliati e degli

offesi. BuCHNERE Ha tratto lo spunto della sua tragedia dalle cronache criminali relative a un fatto realmente accaduto. Woyzeck giustiziato a Lipsia nel 1824 per aver ucciso per gelosia con sette coltellate la sua amante, e fu sottoposto a perizia psichiatrica, ma il caso venne archiviato. Il dramma è centrato sul problema del condizionamento dell’esistenza umana da fattori sottratti alla volontà del singolo. Buchner pure sperando nella libertà, è convinto del condizionamento umano. Nel suo dramma egli si chiede quali siano le cause del crimine compiuto da Woyzeck e risponde che queste sono le condizioni della vita. Woyzeck è vicino alla pazzia e infine al crimine. Il suo comportamento , quello dei medici che lo torturano lo rendono emarginato dal contesto sociale. Woyzeck e il capitano vivono in due mondi diversi, non hanno comunicazione. Woyzeck è incapace di riflettere sulle forze che lo stanno annientando. Le singole scene chiariscono il continuo processo di condizionamento al quale egli si trova esposto. Ciò anticipa l’espressionismo. Il senso tragico è stato interpretato come la manifestazione di un pessimismo metafisico. Questo dramma è un grido di protesta contro una realtà che produce tragedie di questo tipo. La novella LENZ del 1939 riguarda le strutture psichiche del suo protagonista ovvero la pazzia, Buchner in questo modo si avvicina al discorso vissuto. La sua vita è segnata dalla noia. Queste tematiche si possono ritrovare anche nel “il diario del pastore Oberlin! 1778.

I SEGNI PREMONITORI DELLA RIVOLUZIONE

Il 1840 segnala un forte movimento sulla sfera politica. La minaccia francese di rioccupare la sponda sinistra del Reno accende in Germania un violento sentimento nazionale che si riflette in alcune poesie patriottiche. Es. Rheinlied ( canzone del reno), Die Wacht am Rhein ( la sentinella sul RENO) di Schneckenburger, L’INNO DEUTSCHLAND UBER ALLES ( la germania al di sopra di tutto) di Hoffmann von Fallersleben. Nello stesso anno muore Federico Guglielmo 3 e sale al potere Federico Guglielmo 4. Quest’ultimo concede la grazia ai prigionieri politici. IN ogni caso cè un azione REPRESSIVA contro la letteratura. Ma tutte queste misure repressive non possono frenare l’affermazione del movimento liberale che si differenzia però sempre più distintamente in due correnti: una costituzionale e una democratica. Il liberalismo costituzionale si limita a chiedere la partecipazione della borghesia alla vita politica, mentre i democratici vogliono estendere questo diritto a tutti gli stati popolari. Sul piano economico ci sono notevoli progressi, ma l’industrializzazione produce anche il lavoro dei bambini e delle donne, l’orario piu lungo, i salari più bassi. Nel 1844 ci fu la rivolta dei tessitori slesiani che venne soffocata dai prussiani. Si prende coscienza della questione sociale e si moltiplicano gli scritti che sulla base di questa nuova esperienza cercano di proporre una soluzione a questo problema angoscioso. Molta diffusione ebbe il trattato DAS EVANGELIUM DES ARMEN SUNDERS ( il vangelo del misero peccatore) di WEITLINNG. Lo stato prussiano favorì per un certo periodo la diffusione del pensiero hegeliano per giustificare il totalitarismo. Alla morte di Hegel si svilupparono varie fazioni. La destra hegeliana rielaborava i pensieri del maestro, la sinistra andò oltre. Ruge scrisse DEUTSCHE JAHRBUCHER ( annali tedeschi) con la collaborazione ad es. di Strauss e dei fratelli Grimm. Altra opera importante fu DAS LEBEN JESU (la vita di gesu) di STRAUSS, in cui si sosteneva che i vangeli appartenessero alla sfera del mito e che rappresentassero la verità. FEUERBACH scrisse DAS WESEN DES CHRISTENTUMS (l’essenza del cristianesimo), la religione è la proiezione degli ideali e delle aspirazioni più nobili dell’uomo. Dio non è altro che sostanza umana. KARL MARX 1818-83 appartiene agli hegeliani di sinistra, dirige la Rheinische Zeitung e sostiene che la filosofia non può limitarsi a interpretare la realtà ma deve contribuire alla sua trasformazione. Egli coltiva anche un interesse per la realtà economica e il suo rapporto con l’evoluzione e la società. Pubblica alla fine degli anni 60 DAS KAPITAL KRITIK DEL POLITISCHEN OKONOMIE ( il capitale, critica dell’economia politica) che ha come tema l’analisi di leggi economiche che stanno alla base del dinamismo specifico della società industriale moderna. Si mette a capo dell’associazione internazionale dei lavoratori. HOFFMANN VON FALLERSLEBEN scrisse UNpolitische lieder ( poesie apolitiche).

HERWEGH “DIchte eines lebendigen “(poesie di un vivente), una rivoluzione senza massa non ha successo.

FREILIGRATH “ca ira” in cui stabilisce il ruolo del proletariato.

L’unico dei poeti politici del Vormerz che conscio del problema sociale, si schierò a difendere il proletariato fu WEERTH. Creò la ballata sociale realistica che si ispira a motivi della lotte di classe. Nel 1848 divenne redattore della NEUE RHEINISCHE ZEITUNG, e entrò nella lega comunista. Infine scrisse SCHIZZI DALLA VITA SOCIALE E POLITICA DEGLI INGLESI dove fissò le sue osservazioni e riflessioni.

REALISMO E GRUNDERZEIT 1848-90 La rivoluzione del 1848 e la nascita del Realismo poetico Il malcontento esplode all’arrivo della notizia della rivoluzione parigina di febbraio che è un pretesto per cercare di ottenere miglioramenti costituzionali e riforme sociali. Dopo i primi scontri sanguinosi a Berlino il re prussiano cede alle richieste riformiste, promettendo di convocare l’assemblea costituente prussiana, e dichiara di voler favorire l’unità nazionale. A Paulskirche a Francoforte viene riunita l’assemblea nazionale per discutere della costituzione; l’assemblea fallisce in quanto non è in grado di prendere decisioni concrete perché al suo interno ci sono fazioni politiche diverse. Un p unto d’attrito è la questione austriaca: i grandi tedeschi vogliono l’Austria inclusa nel Reich, i piccoli tedeschi invece la vogliono esclusa. Prevale alla fine la seconda tesi. Ma quando si offre la corona del Reich al re di Prussia lui rifiuta. ( federico Guglielmo 4). La rivoluzione a Vienna scoppiata a marzo era di carattere liberale, desideravano le dimissioni di Metternich. I moti a Milano, Budapest e Praga assumono un carattere nazionale. L’assemblea costituente che si era riunita a Vienna nel 1848 propose una costituzione democratica e propone riforme sociali urgenti come l’emancipazione dei contadini dal giogo feudale. Queste rivolte vengono soppresse dalle autorità e i capi della rivoluzione saranno condannati a morte e giustiziati. Personaggio importante del periodo sarà OTTO VON BISMARCK, junker di orientamento ultraconservatore, è l’uomo forte del governo prussiano, egli pensa a una Germania unificata con esclusa l’Austria. Ci fu una guerra tra Austria e Prussia vinta dalla seconda che diventerà padrona della confederazione Germanica. La parola chiave del periodo è Realpolitik come viene teorizzata da Ludwig August von Rochau, egli riconduce l’insuccesso del liberalismo alla strana credenza nel potere autonomo di idee e principi che di fatto hanno bisogno di essere riconosciuti dalla società per poter influire sul suo corso.

• ARTHUR SCHOPENHAUER 1788-1860 aveva pubblicato “il mondo come volontà e rappresentazione”. Al centro del suo pensiero il dualismo di volontà e rappresentazione. L’ultima certezza è la volontà, intesa come una forza inconscia e cieca, che l’uomo sperimenta in forma immediata, non quale oggetto della rappresentazione. La volontà agisce in modo completamente irrazionale, senza alcun disegno teleologico. La società umana è scossa continuamente da lotte provocate dal desiderio di ogni singolo di affermare le proprie ragioni vitali. L’arte offre oggettivazioni della volontà in esemplari eterni e immutabili come le idee platoniche. Alla musica spetta il rango più alto fra le manifestazioni artistiche proprio perché riesce a cogliere in modo più immediato il nucleo metafisico dell’essere.

La letteratura di questi anni post-rivoluzionari non poteva rimanere insensibile a quanto era accaduto. La teoria del realismo eleva proprio l’accettazione incondizionata della realtà a suo principio fondamentale. La letteratura ha un carattere prettamente affermativo. L’arte non si limita a ricopiare la realtà ma deve elaborare una serie di dati. Fontane dichiara che il romanziere non deve concedere al negativo, alla miseria e al dolore uno spazio troppo grande. Tutti gli elementi della realtà devono essere filtrati attraverso un discorso narrativo che li distanzia togliendo a essi ogni eccesso di emotività. ( DI questo periodo sono le opere Di Fontane, Storm, Raabe). Ciò che rimane vivo della tradizione del passato è il ruolo della prosa come mezzo espressivo specificamente moderno.

IL TEATRO

Friedrich Hebbel 1813-63 ci ha lasciato un documento di grande interesse con riflessioni estetiche in cui si nota la sua personalità artistica molto tormentata e complessa. La tradizione classica si scontra con una sensibilità psicologica moderna che non si lascia più imbrigliare nelle forme drammatiche tradizionali. La sua vita fu segnata da sforzi estremi per poter realizzare la sua vocazione poetica. Hebbel era contro la rivoluzione del 1848. Scrisse Judith 1840 e Maria Magdalena (tragedia borghese). La poesia lirica era come frammenti di una grande confessione che forniva una testimonianza della sua esistenza tormentata e segnata da fratture interne. Questa tendenza a “pensare la poesia”, togliendole ogni immediatezza, viene superata solo raramente come in Herbsbild (quadro d’autunno). Il soggetto lirico pretende di essere la voce di una ragione comune, di parlare in nome dell’umanità. Il dramma deve avere un fondamento storico, metafisico. Il complesso delle teorie storico- filosofiche di Hebbel è noto sotto il termine di PANTRAGISMO. Il tragico è infatti la forma metafisica dell’essere e perciò anche della storia. L’individuo che si vuole autoaffermare si stacca dall’insieme del processo storico, condannandosi alla rovina. In un secondo momento Hebbel aggiunse a queste concezioni un elemento di pacificazione tragica che riflette bene lo spirito rinunciatario che si impadroni della borghesia dopo la rivoluzione del 48. L’eroe che affermando se stesso ha sancito la sua rovina, deve alla fine riconoscere e accettare il proprio destino in quanto giustificato dalla legge storica. Il dramma di Hebbel è basato sulla psicologia delle figure principali.

JUDITH

MARIA MAGDALENA

DIE NIBELUNGEN

RICHARD WAGNER

Protagonista della seconda metà dell’800 anticipatore del decadentismo europeo.

Opera in tre atti DER FLIEGENDE HOLLENDER ( il vascello fantasma o l’olandese volante) che si ispirava a una leggenda nordica che racconta della redenzione del navigatore empio, condannato a vagare in eterno per i mari.

Opera darmmatica più valida: TRISTAN UN ISOLDE

Der Ring des Nibelungen

LA NARRATIVA TEDESCA TRA DORFGESCHICHTE E ROMANZO SOCIALE

Dorfgesichte = storia del villaggio, ebbe molto successo dopo il 1848. L’attenzione all’ambiente sociale del villaggio e alla vita dei contadini aveva infatti un significato estetico e ideologico ambiguo. La Dorfgeschichte si contrapponeva al Zeitroman ( romanzo di attualità). La critica che venne fatta fu che la realtà sociale si limitava al villaggio che pretendeva di sostituirsi alla totalità della storia di cui la borghesia liberale pensava di essere rappresentante. Il vero creatore della Dorfgesichte è berhold AUERBACH con le Schwarz welder Dorfgeshichten ( storie di villaggi nella selva near). Altro esponente in questo campo OTTO LUDWIG con la novella Zwischen Himmel und Erde ( tra cielo e terra). Un autore come Schmidt contrappose il protestantesimo al cattolicesimo. WILHELM fu uno dei padri del romanzo storico tedesco. FREYTAG fu l’organo pià influente del liberalismo tedesco, e scrisse il romanzo SOLL UND HABEN ( dare e avere) in cui si esalta un esistenza borghese che si identifica con il lavoro, l’onestà e l’ordine.

THODOR FONTANE: si è avvicinato maggiormente al romanzo sociale. I suoi romanzi sono ambientati nella società berlinese della seconda metà dell’800. In gioventù era schierato con i liberal democratici in un secondo momento diventò più progressista e dimostrò sempre molto interesse per la questione sociale. Esempio perfetto dell’arte di Fontane è EFFI BRIEST, che alla fine accetta con rassegnazione il destino crudele di invecchiare in solitudine, separata dalla figlia, pur essendo consapevole della propria dignità morale e dell’ipocrisia della società. Ma essa comprende anche i motivi che hanno spinto il marito al duello con il suo amante. La differenza di età tra Effi e suo marito è il contrasto tra due generazioni. Il marito non agisce perché è geloso ma agisce per il concetto aristocratico dell’onore che lo spinge a uccidere l’amante della moglie e a scacciare quest’ultima.

NARRATORI SVIZZERI

Considerato oggi uno dei maggiori scrittori dell’800 tedesco, lo svizzero GOTTFRIED KELLER (1819-90) nato e morto a Zurigo è uno degli anticipatori del realismo. Keller inizialmente è segretario comunale a Zurigo, solo in un secondo momento si dedica alla letteratura che per lui deve avere una funzione pedagogica. Fondamentale nella formazione di Keller è l’incontro con Feuerbach che rafforza le tendenze vero un arte realistica. Keller comprende le debolezze umane. L’umorismo è un mezzo formale per rivelare il ridicolo che è celato nei suoi personaggi senza però distruggere la simpatia che dobbiamo provare verso di loro. Alla fine delle sue opere si avverte un forte sentimento di rassegnazione. Keller scrive una serie di poesie liriche le prime animate da un forte sentimento anticlericale. L’io lirico di Keller sta di fronte alla natura che è fonte di un insondabile ricchezza estetica come in ABENDLIED ( canzone serale) in cui esalta la bellezza del mondo proprio sullo sfondo di una vita limitata nel tempo e senza prospettiva trascendente. L’impresa artistica più impegnativa di Keller fu il suo romanzo DER GRUNE HEINRICH ( ENRICO IL VERDE) 1854. Esso ricostruisce in forma quasi autobiografica il doloroso processo della propria formazione e diventa per questo motivo la testimonianza più immediata e storicamente vera dello scrittore. Kellet voleva spiegare il fallimento del giovane protagonista risalendo alle esperienza fondamentali dell’infanzia e dell’adolescenza che hanno formato il suo carattere. Tutto il romanzo è scritto in terza persona tranne quando l’auotre mette in bocca al suo eroe la rievocazione del proprio passato. Ci sono due versioni del romanzo su cui la critica discute. Si concorda sul fatto che la prima superi la seconda nell’immediatezza e nell’intensità lirica delle singole scene, la seconda ha una maggiore perfezione logica nello sviluppo del protagonista e il rafforzamento della struttura del romanzo. La realizzazione umana di Heinrich avviene all’interno della società attuale e in condizioni che corrispondono realisticamente a quelle della piccola borghesia. Sappiamo la storia del protagonista dall’infanzia alla maturità. Heinrich abbandona l’arte perché crede di non avere talento che ritroverà solo grazie a Judith. Ma i due non scelgono il matrimonio ma solo amicizia. Nella prima redazione l eroe muore dopo aver constatato il suo fallimento come artista e abbandona la madre in miseria. Nella seconda versione supera la crisi e riprende la vita da cittadino. Keller rimane comunque uno dei grandi maestri della novella, le sue novelle sono raccolte in grandi cicli es. DIE LEUTE VON SELDWYLA: le singole novelle non hanno alcuna connessione salvo la loro appartenenza a Seldwula, cittadina svizzera immaginaria. Si ispira alla teoria di Goehte del fatto inaudito, all’inizio c’è fatto casuale che mette alla prova la personalità etico-sociale del protagonista. In KLEIDER MACHEN LEUTE (l abito fa il monaco) un sarto viene scambiato per un nobile polacco, e va a nozze con una nobile che nonostante poi scoprirà la verità gli rimarrà fedele. Le novelle di Keller rappresentano la soggettività colpevole che impedisce al singolo di fare i conti con la realtà di diventare un cittadino responsabile e consapevole delle sue funzioni per la comunità. Tutti i conflitti sono il risultato di difetti morali imputabili alla responsabilità dell’individuo. ROMEO UND JULIA AUF DEM DORF è una storia d’amore che finisce tragicamente poiché i suoi protagonisti non sono capaci di sottrarsi ai


pandora ebreo

bracelet pandora agus charms
pandora guld
cluiche pandora
scaricare pandora gratis
Sitio web oficial de pandora

­­­ I N T E R M A T R I X

ESISTE UNA MATRIX CHE STA' PER ESSERE DISTRUTTA PER SEMPRE

2013-2018: SEGNI NEI CIELI E ANGOSCIA SULLA TERRA

sabato 16 febbraio 2013




SEGNI NEI CIELI A ANGOSCIA DEI POPOLI SULLA TERRA


E' facile tacciare una persona di "pazzia" perchè denuncia cose che solo pochi possono UDIRE e VEDERE. Eppure nonostante i fatti, che "sembrano" indicare con ogni probabilità che tutto sta cambiando sia nei cieli che sulla terra, la maggioranza continua ignorantemente a ripetere il solito [mantra]: "IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO"!

Eppure è ormai evidente che non se la caverà quasi nessuno, nè con la meditazione "Trascenden-tale" nè con quella "Trascenden-tizia" ... le false aspettative sono come le caramelle per chi ha i denti cariati. Non c'è nessuna speranza di guarire dalle carie con le "caramelle", perciò preparatevi al peggio più di quanto non vi aspettavate, e non volete UDIRE.

Se a qualcuno continua a dar fastidio quanto è stato esposto in questo Blog nel tempo, o non è d'accordo, può sempre ricorrere al vecchio metodo che si usava da bimbi quando non si voleva udire una scomoda verità su di noi:





La caduta del "presunto" meteorite in Russia fa parte di quanto abbiamo già ampiamente descritto in altri articoli (cercateveli nel sito) e realizzata con scienza e conoscenza dai LUMINARI che si accingono a DISTRUGGERE GLI ILLUMINATI OCCIDENTALI, di cui abbiamo parlato tempo fa dinanzi all'ilarità di molti [STOLTI] che parlano di complotti ma non capisono proprio niente delle cose spirituali che sono dietro quelle materiali - peggio per loro - sviando molti dai giusti AVVERTIMENTI. Per questo ri-posto lo stesso video per quanti non lo abbiano visto o per ri-leggerlo alla luce dei fatti attuali:




Il papa ABDICA al mandato ricevuto in qualità di Pastore del gregge Cattolico, abbandonandolo nelle mani del terribile destino scritto per loro e per la Chiesa della cristianità!

Un meteorite (per caso) cade sulla Russia proprio in procinto del SUMMIT dei G20 in cui si discute della GUERRA MONETARIA iniziata nel 2012 e su come DISTRUGGERE IL DENARO PER SEMPRE!




Come mai non c'è nessuno che si ricordi del satellite che qualche anno fa "sparò" contro un meteorite per [DEVIARNE] la traiettoria? E dove sarà mai andato a finire QUEL grande sasso?

Il nuovo euro 2, (come abbiamo già detto nel 2012) che uscirà ad aprile, verrà svalutato in maniera pesante e questo provocherà ulteriori problemi di tenuta dell'economia in zona eurolandia!

Le indagini sul potere economico-politico-religioso del Vaticano stanno aprendo il VASO DI PANDORA in cui verrà trovato l'orrore di OGNI iniquità compiuta nei secoli, di ogni corruzione senza limiti, di ogni illegalità e complotto occulto, nonchè il sangue di TUTTI i quelli uccisi sulla terra! - (Ap. 18:24)




Nuvole di guerra partite dal Mali si dirigono verso il medio oriente per coinvolgere infine tutto il mondo. Bisanzio è la chiave!




Ma di queste e tante altre notizie alla fine cosa ne fanno tutti? Niente di niente, solo chiacchiere sopra chiacchiere!

NESSUNO VUOLE DAVVERO CAMBIARE E NEMMENO VUOLE SENTIRE LA VERITA'. 

Bene e allora sia quello che deve essere.

Milioni e milioni di lavoratori in Europa SONO DEFINITIVAMENTE CONDANNATI a rimanere sul lastrico! Senza più nessuna speranza se non la lenta morte dell'anima e di ogni futuro; sia per loro che per quello dei loro figli.

Una dittatura europeista TRAVESTITA da democrazia, ha preso il potere, per controllare ogni cittadino più di quanto il KGB, la STASI, la CIA, ecc. avessero mai sognato in passato.

Nell'oblio che ormai possiede la mente e lo spirito di ogni cittadino dell'UNIONE DI STATI EUROPEI.

Votate, votate, chissà se poi vivrete! Poveri illusi!

Se solo ci fosse VERA SOLIDARIETA' tra le persone e tra i popoli del mondo intero, automaticamente non ci sarebbe più bisogno di nessun denaro e di nessun legislatore.

Ma ormai l'uomo si è arreso al destino di essere MARKIATO come BESTIAME umano, e il suo NOME sarà 666.

LA PERFEZIONE NELL'IMPERFETTO, ULTIMO, NUOVO RELIGIOSO SCIENTISTA SIXTEMA DEL DIGITALE, MULTIPLO E SOTTOMULTIPLO DEL 6.




 In quel tempo io frugherò Gerusalemme con le torce
e punirò gli uomini che, adagiati sulle loro fecce,
dicono in cuor loro: "ADONAY non fa né bene né male".

Le loro ricchezze saranno abbandonate al saccheggio,
le loro case devastate;

essi costruiranno delle case, ma non le abiteranno;

pianteranno delle vigne, ma non ne berranno il vino.

«Stenderò la mano su Giuda
e su tutti gli abitanti di Gerusalemme;
eliminerò da questo luogo quanto rimane di Baal,
il nome dei preti degli idoli, con i sacerdoti,
quelli che si prostrano sui tetti davanti all'esercito celeste,
quelli che si prostrano e giurano per Yahuveh,

e poi giurano anche per Malcam,

quelli che si allontanano da Yahuveh,
e quelli che non cercano Yahuveh e non lo consultano.


Tacete davanti ad Adonay, Eloah,
poiché il giorno di Yahuveh è vicino,

poiché Yahuveh ha preparato un sacrificio,
ha consacrato i suoi invitati.

............

Urlate, abitanti del Mortaio,
perché tutti i mercanti sono spazzati via,
tutti quelli che erano carichi di denaro sono sterminati.



E' tempo di Verità sul mondo intero!

Così Sia.

In verità.




Lion of Yahuda



Post più recente Post più vecchio Home page
Related Posts with Thumbnails

RIMANI AGGIORNATO SEMPRE

Online ora


who's online now

Translate



Lettori abbonati RSS



Sostieni questa informazione



SEGUICI ANCHE SUL NUOVO SITO

SEGUICI ANCHE SUL NUOVO SITO

Google+

Seguici e clicca su Follow


Tweets di @INTERMATRIX


Post più popolari

Ricevi in email i nuovi post






CLICCA QUI' PER CONTATTARCI


Archivio blog

  • ▼  2013 (9)
    • ▼  febbraio (3)
      • LE PROFEZIE SU BABILONIA E IL PAPATO DIMISSIONARIO...
      • 2013-2018: SEGNI NEI CIELI E ANGOSCIA SULLA TERRA
      • 2013-2018: DOPO LE ELEZIONI IL CAOS IN OCCIDENTE

Elenco blog consigliati

  • Tanker Enemy - STOP CHEMTRAILS!
    Spaventosi risultati di un mineralogramma! I veleni sono serviti - La fandonia delle innocue scie di vapore dovrà finire, prima o poi. Un *mineralogramma* [1] a caso. E' stato rilevato un eccesso dei seguenti elementi: c...
    3 giorni fa
  • Freenfo
    Dissonanza Cognitiva e Menzogna - Il MessYAH Yahushua rappresenta la Via, la Verità e la Vita. Ogni cosa è stata creata e pensata per mezzo di Lui, ogni aspetto della nostra vita può esser...
    7 mesi fa
  • INTERMATRIX ULTIMATE 3.0
    NUOVO ORDINE MONDIALE O PROGETTO SPIRITUALE OCCULTO? - IL MOVIMENTO NEW AGE E IL SUO SERVIZIO AL PIANO SPIRITUALE OCCULTO Il Nuovo Ordine Mondiale così come concepito dall’Elite occulta è difficilmente un proge...
    1 anno fa
  • ZIONYAHUVEH
    AVVERTI, AVVERTI, SENTINELLA! - Perché ci sono così poche persone che mettono in guardia la gente su ciò che sta arrivando? Siamo alle porte di un periodo di grande crisi, che sarà di...
    1 anno fa
  • EFFEBIAI
    EMERGENZA ALIMENTARE ANCHE IN LOMBARDIA, POVERTA' PER 700.000 PERSONE - La crisi economica impatta sempre di più sulle famiglie lombarde. Lo confermano i dati del Bilancio sociale dell'Associazione Banco Alimentare della Lo...
    3 anni fa
  • BUGIE SVELATE
    ALIENI: L'INGANNO FINALE CONTRO L'UMANITA' - *ATTENZIONE NON E' UNA SUPPOSIZIONE!* E le fu data una bocca che proferiva parole arroganti e bestemmie. E le fu dato potere di agire per quarantadue...
    3 anni fa
  • SEMPLICEVERITA'
    IL NOME DI YAHUVEH E' DEMONICO? - *PERCHE' LA WATCH TOWER PREFERISCE IL NOME GEOVA?* (C) 2010-2013 SEMPLICE VERITA' for YAHuSHUA
    3 anni fa
  • YAHUSHUAH
    AVVERTIMENTO SUI PROSSIMI EVENTI - *Eloah benedica chiunque legga questo post e possiate ricordarvi di queste parole quando tutto questo si avvererà.* Siamo negli ultimi tempi, tutto il...
    5 anni fa
  • INTERMATRIX 2.0
    YAHUSHUA L'EBREO CONTRO GESU'-JESUS IL GRECO (LA SCONVOLGENTE VERITA' RIVELATA) - *INGANNO IDOLATRICO SECOLARE* *[BAAL significa "SIGNORE"]* *TU CHI STAI INVOCANDO..??* * "Quel giorno avverrà», dice YAHuVEH, * *che tu mi chiamerai: Ma...
    6 anni fa
  • comilva.org - Libertà delle Vaccinazioni
    -
Feedage Grade B rated
Blogarama - The Blog Directory
Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog

Argomenti

verità nwo Fine dei Tempi controllo sociale profezie 666 anticristo 2012 Ordine Globale eventi matrix crollo economico controllo psichico Futuro Svegliatevi crisi finanziaria 2013 Dio illuminati Grande Tribolazione controllo del pensiero disinformazione diritti civili religione segni dei tempi Falsità armi invisibili cambiamento Pace e Sicurezza armi silenziose religione universale 2018 Bestia Globalizzazione Poteri Occulti nuova era cospirazione 2012. Apocalisse Bibbia Economia disastri Anunnaki Rivelazione attualità coscienza scienza società Cabala epidemie marchio popolazione Cristiani veri armi psicotroniche guerra onde elettromagnetiche Babilonia la Grande Leggi Morali Universali Massoneria Propaganda controllo popolazione realtà scie chimiche Alieni CONTROLLO MENTALE CRISIS Occulto YAHUWEH esoterismo new age Extraterrestri Sistema Economico libertà microonde riflessioni 2010 Neuro confusione Vaticano genocidio politica yahushua Leggi causa effetto Unione Europea YHVH elf medicina salute CRISTIANITA' Finanza Satanismo amore cervello crisi economica informazione microchip nanotecnologie sette vaccini Avvento Messia CRISI Cristo Luminari Regno Spirito Transumanesimo frequenza governo malattie Mercati Messyah TETRAGRAMMATON indotti inganno metodo scientifico storia Arhiman DENARO ELOHIM Gesù Islam JEHOVAH Lucifero NOME Oriente Risparmi Uomo Cristico altruismo armi biologiche ebe feste pagane incarnazione ipocriti ricerca Alieni Bugiardi Angeli caduti Apparizioni Mariane Demiurgo EURASIA GEOVA Ibridazione Multinazionali SINGOLARITA' Segnale Digitale Superuomo YAHWEH codice barre complotto



SEGNI NEI CIELI A ANGOSCIA DEI POPOLI SULLA TERRA


E' facile tacciare una persona di "pazzia" perchè denuncia cose che solo pochi possono UDIRE e VEDERE. Eppure nonostante i fatti, che "sembrano" indicare con ogni probabilità che tutto sta cambiando sia nei cieli che sulla terra, la maggioranza continua ignorantemente a ripetere il solito [mantra]: "IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO"!

Eppure è ormai evidente che non se la caverà quasi nessuno, nè con la meditazione "Trascenden-tale" nè con quella "Trascenden-tizia" ... le false aspettative sono come le caramelle per chi ha i denti cariati. Non c'è nessuna speranza di guarire dalle carie con le "caramelle", perciò preparatevi al peggio più di quanto non vi aspettavate, e non volete UDIRE.

Se a qualcuno continua a dar fastidio quanto è stato esposto in questo Blog nel tempo, o non è d'accordo, può sempre ricorrere al vecchio metodo che si usava da bimbi quando non si voleva udire una scomoda verità su di noi:





La caduta del "presunto" meteorite in Russia fa parte di quanto abbiamo già ampiamente descritto in altri articoli (cercateveli nel sito) e realizzata con scienza e conoscenza dai LUMINARI che si accingono a DISTRUGGERE GLI ILLUMINATI OCCIDENTALI, di cui abbiamo parlato tempo fa dinanzi all'ilarità di molti [STOLTI] che parlano di complotti ma non cx8US8uali che sono dietro quelle materiali - peggio per loro - sviando molti dai giusti AVVERTIMENTI. Per questo ri-posto lo stesso video per quanti non lo abbiano visto o per ri-leggerlo alla luce dei fatti attuali:




Il papa ABDICA al mandato ricevuto in qualità di Pastore del gregge Cattolico, abbandonandolo nelle mani del terribile destino scritto per loro e per la Chiesa della cristianità!

Un meteorite (per caso) cade sulla Russia proprio in procinto del SUMMIT dei G20 in cui si discute della GUERRA MONETARIA iniziata nel 2012 e su come DISTRUGGERE IL DENARO PER SEMPRE!




Come mai non c'è nessuno che si ricordi del satellite che qualche anno fa "sparò" contro un meteorite per [DEVIARNE] la traiettoria? E dove sarà mai andato a finire QUEL grande sasso?